I tappeti Isfahan

La città di Isfahan è posizionata al centro dell’Iran tra le montagne Zagros, sulla sinistra, e il deserto a destra. Nonostante la città sia industriale, è un centro turistico a causa della sua storia.  Architetturalmente la città è un capolavoro è una delle migliori del mondo Islamico.  L’Iman square con due moschee insieme ai palazzi, i parchi e gli antichi ponti sono un’ispirazione per artisti che creano arte orientale. Durante la dinastia Safavide (1502-1736) Isfahan era la capitale della Persia. Questo era è stata la migliore per gli artisti, in particolare in questa città, sia architetturalmente che artigianalmente ed ecco perchè i tappeti Isfhan hanno una grande reputazione nel mondo.

I tappeti Isfahan sono normalmente annodati sia in seta che in cotone con più di 1.000.000 di nodi per mg. molti artisti a Isfhan oltre a ispirazioni da poeti persiani ( Rumi, Hafez, Attar), natura e accenni spirituali che sono ingranati nella cultura, utilizzano anche motivi tradizionali ispirati dall’architettura e dalle mattonelle che decorano i palazzi di questa grande città.

Sia classici che moderni, i tappeti Isfahan sono estremamente affascinanti, l’attenuamento dei colori, specialmente l’eliminazione dei forti rossi, li rendono compatibili con gli interni occidentali. Oltre al rosso, altri colori comuni usati per i tappeti Isfhan sono il blu e il beige freddo. I modelli tradizionali degli Isfahan sono Shah Abbas, vaso, albero della vita e schemi figurati, ma i più importanti sono ispirati dalla moschea famosa di Shah Luti Allah a Isfhan, nelle forme con un medaglione circolare centrale.

I tappeti Isfahan godono di grande classe quando si parla di composizione dei motivi, materiali e disegni. E’ importante sottolineare che questi tappeti hanno una eccezionale qualità di seta e lana (chiamata lana Kork in Iran) per lo stile dei nodi persiani (asimmetrici).

I tappeti antichi creati a Isfhan sono colorati e ricchi di toni e alcuni antichi esemplari venivano definiti in Europa occidentale come “Tappeti polacchi”. Questo soprannome è riferito a tappeti annodati con fili in seta, oro e argento in Persia durante il sedicesimo e diciottesimo secolo e venivano esportati nelle colonie Polacco-Lituane. Venivano commissionati da nobili polacchi, alcuni di questi vennero successivamente venduti a compratori dell’Europa occidentale che erano convinti fossero polacchi.

I tappeti Tabriz

Lascia un commento

Close
Chi siamo

SIAMO SUL MERCATO DAL 1989, LA PROFESSIONALITA’ E’ LA QUALITA’ CHE MAGGIORMENTE
CI CARATTERIZZA ED E’ GRAZIE ALL’IMPEGNO CHE METTIAMO ED ALL’ ACCURATA E
CONTINUA RICERCA DI INNOVAZIONE CHE SIAMO ANCORA, ORGOGLIOSAMENTE, NEL
COMMERCIO DEI TAPPETI PERSIANI E CONTEMPORANEI.
INOLTRE FACCIAMO SERVIZIO DI LAVAGGIO E RIPARAZIONE, PER QUEST’ULTIMO CI
AVVALLIAMO DELLA COLLABORAZIONE DI MAESTRI RIPARATORI ESPERTI DEL SETTORE.
FORNIAMO, SE NECESSARIO, SERVIZIO DI CONSEGNA E RITIRO A DOMICILIO

Navigation
Close

Mio Carello

Close

Lista Desideri

Recently Viewed

Close

Great to see you here!

Your personal data will be used to support your experience throughout this website, to manage access to your account, and for other purposes described in our privacy policy.

Already got an account?

Close

Categories