A causa della storia della città di Tabriz, è possibile risalire alle origini dei tappeti di questa città a prima dell’Impero Safavide. Questa Era è stata quella più illuminante in Iran, i re Safavidi erano quelli più interessati all’arte e all’artigianalità. Durante questa era, il tappeto è passato da essere un semplice oggetto rurale a un oggetto di lusso, grazie al boom economico di quel periodo, molti mercanti internazionali consideravano i tappeti come icone dell’Impero Persiano. I tappeti Tabriz venivano considerati come pezzi d’arte per musei e collezionisti. E’ noto che questi tappeti hanno avuto una grossa domanda in quel periodo.

Tabriz ha una grande varietà di modelli, da quelli con il medaglione e  Herati/Mahi a quelli con raffigurazioni e addirittura tappeti in 3D. Molti artisti e annodatori hanno cominciato, recentemente, a produrre tappeti Tabriz fini con trama in seta. I pattern di questi tappeti sono solitamente quelli con i medaglioni e la variazione comincia dai 24 raj (numeri di nodi per 7 cm) fino ad arrivare a 110 raj. Ci sono varietà differenti di tappeti da questa zona. Quelli più conosciuti sono i Tabriz, Heris, Lachak-turanj, Afshan, Dord Fasil, Sardorud.

La varietà di tappeti, superficie liscia e spessa, con semplici e complesse composizioni sono state realizzate a Tabriz. I modelli tradizionali si riconoscono dai patterns ornamentali sullo sfondo, colori rossi e blu. Quelli tipici cono i ” Lachak turanj” il turanj al centro del tappeto è il simbolo della luna, e il motivo formato da losanghe con foglie appuntite sui bordi simbolizzano le scaglie dei pesci, che salgono sulla superficie dell’acqua a mezzanotte per ammirare il riflesso della luna.

I tappeti Heris sono quelli nella zona di Heris nel nord-est di Tabriz. La composizione di questi tappeti è basata sui “Lachak-turanj” che è formata da simil-foglie curve e motivi lineari e curvi. Questi motivi però sono cambiati nel tempo e ora gli Heris hanno i loro design. E’ importante menzionare che i design degli Heris sono basati sulla memoria dell’annodatore senza alcun disegno.

I “Dord fasil” o “Quattro stagioni” sono tappeti basati su elementi antichi dell’arte decorativa, simbolismo tradizionale risalente a concezioni spirituali dell’era agricola e scene religiose. Ogni parte di questo tappeto rappresenta una stagione e lo stile di vita durante. Per esempio le immagini dell’autunno possono essere la raccolta, l’aratura e la semina. Le immagini dell’inverno possono essere i contadini che spazzano la neve dai tetti e frustano gli asini carichi diretti al villaggio. La primavera è raffigurata in colori vividi con scene di alberi in fiore e pastori con greggi di pecore, mentre l’estate sceneggia la raccolta e donne e bambini in fascia portati sul campo. Nonostante la differenza fra le scene, la combinazione di colore dei tappeti raffigura il ritmo del disegno.

 

Lascia un commento